­

Con l’entrata in vigore, lo scorso febbraio 2023, del Decreto 18-2023 sono stati introdotti nuovi obblighi, in particolare per alcune categorie, quali gli amministratori di condominio, che sono infatti identificati responsabili del sistema idro-potabile di distribuzione interno.

 rubinetto

Il nuovo decreto stabilisce la verifica di requisiti minimi di qualità delle acque destinate al consumo umano.

Come indicato in Allegato II Parte B, occorre controllare i seguenti parametri:

  •  Escherichia coli (E.coli),
  • enterococchi intestinali,
  • batteri coliformi,
  • conteggio delle colonie a 22 °C,
  • colore,
  • torbidità,
  • sapore,
  • odore,
  • pH
  • conduttività;

Alcuni parametri, in particolare di controllo microbiologico quali Escherichia Coli ed Enterococchi, sono considerati parametri fondamentali che devono essere valutati periodicamente.

In circostanze specifiche è necessario valutare anche altri parametri ed il laboratorio analisi di CRAB Medicina Ambiente S.r.l. è in grado di dare supporto in merito alla definizione di questi parametri.

Lo stesso D.lgs 18/2023 ha introdotto alcune novità in materia di sicurezza delle acque come l’introduzione di nuovi limiti per la contaminazione di Legionella, Piombo ed inquinanti industriali come i PFAS.

Altro argomento di rilievo è legato infine alle sanzioni pecuniarie previste in caso di mancato adempimento degli obblighi previsti: l’articolo 23 infatti evidenzia che qualora “il gestore della distribuzione idrica interna violi le disposizioni di cui all’articolo 5, comma 3, per le acque fornite attraverso sistemi di distribuzione interni, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 5.000 a 30.000 euro”

Contattare il Dott. Chim. Alessandro Calogero o la Dott.ssa Alessia Brunello al numero 015 84 80 541 o mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per approfondimenti o preventivi. 

­